fbpx
RICERCA UN PROGETTO







Centro Diurno Aldo Tanas - CAT Cooperativa Sociale
118
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-118,bridge-core-1.0.6,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
 

Centro Diurno Aldo Tanas

CENTRO DIURNO A BASSA SOGLIA “PORTE APERTE ALDO TANAS”

Il Centro “Porte Aperte Aldo Tanas”, attivo dal 1997 sul territorio fiorentino, è un servizio di bassa soglia che attua interventi di riduzione del danno a tutela della salute e volti a favorire l’integrazione sociale di persone italiane e straniere,  che usano sostanze psicoattive e vivono in condizioni di marginalità anche estreme (senza dimora, persone “transitoriamente presenti” sul territorio, persone dimesse da strutture sanitarie, penitenziarie, comunità). È un centro di accoglienza diurno privo di selezione d’accesso che offre all’utenza sia un momento di ‘tregua’ dalla strada, rispetto all’uso/ abuso di sostanze, sia un contesto d’aiuto per maturare scelte diverse e sviluppare percorsi possibili di autonomie. Si può accedere al centro direttamente attraverso invii da parte dei Servizi o grazie al “passaparola” tra pari. La metodologia è quella degli interventi “a bassa soglia” e di “riduzione del danno” ed è funzionale al loro processo di empowerment.

Gli obiettivi del centro:

  • Accoglienza;
  • Facilitazione dell’accesso ai servizi;
  • Monitoraggio della popolazione bersaglio e delle risorse esistenti.
  • attraverso la fornitura di presidi sanitari finalizzati alla prevenzione  delle infezioni da HIV, HCV, HBV  e alle atre infezioni sessualmente trasmissibili e alle prevenzione delle overdose.

L’équipe è composto da una referente, tre operatori, un mediatore culturale di lingua araba e può essere coadiuvata da volontari del servizio civile nazionale e regionale e tirocinanti dell’Università degli Studi di Firenze e altri atenei.

Il Centro è collocato all’interno della Rete territoriale, quale nodo di interconnessione e mediazione fra la strada ed i Servizi, con azioni finalizzate al miglioramento delle condizioni di vita della persona:

  • Erogazione dei sevizi primari
  • Colloqui motivazionali
  • Interventi informativi di prevenzione
  • Lavoro di rete – Lavoro di advocacy
  • Attività laboratoriali.

Orari di apertura del Centro: Dal lunedì al venerdì 10:30 – 17:30 sabato e domenica (orario invernale) 13:45 – 18:15; (orario estivo) 14:45 – 19:15

Referente: Claudia Paolini

Dislocazione sul territorio: Via del Romito 19, Firenze

Committenza: Comune di Firenze e Regione Toscana